1966 ASA 1000 GT SPIDER


Era il dicembre 1959 quando Enzo Ferrari, che in quel periodo costruiva solo motori 12 cilindri, presentò in conferenza stampa un piccolo motore da 4 cilindri e 850 cc.
Era una delle sue audaci idee e provocazioni.
Al salone di Torino del 1961 nello stand Bertone venne presentata una bella coupè che non portava nessun marchio, ma solo un logo tricolore. Stava nascendo una piccola Ferrari, ma che mai avrebbe portato il suo nome, sotto la pelle disegnata da colui che da li a poco divenne uno dei più grandi maestri di design , Giorgetto Giugiaro all'epoca impegnato alla carrozzeria Bertone, la tecnica e il telaio di un'altro dei grandi maestri, creatore di opere uniche, come Giotto Bizzarrini.
Ferrari stava concludendo la vendita del progetto e Oronzio De Nora, ricco industriale chimico che può vantare di aver inventato la Amuchina, diventa così il patron creando la società ASA
(Autocostruzione-Società-per Azioni) con a capo del gruppo il figlio Niccolò e la sede a Lambrate, alle porte di Milano.
Bisogna aspettare però il 1963, con la costruzione dei primi esemplari, che purtroppo ebbero un costo molto elevato, pari a quello di una Lancia di spessore come la Flaminia, che però montava motore 6 cilindri e 2500 cc.
Sono circa 120 le vetture tipo ASA 1000 GT prodotte .
L'esemplare da noi proposto è una delle circa 20 prodotte ed è stata di proprietà del fondatore della casa.
E' sempre stata in Italia e mai esportata, targa Milano, recentemente revisionata da uno
specialista.
Questa piccola vettura da 1000 cc e 91 CV, con il suo cambio a 4 rapporti, è di facile utilizzo grazie anche alle sospensioni anteriori indipendenti e ai 4 freni a disco, ha un peso di 750 kg che la rendono briosa e piacevole pronta per essere compresa anche dal collezionista più esigente.
RICHIESTA EURO 150.000


It was December 1959 when Enzo Ferrari, who at that time built only 12-cylinder engines, presented a small 4-cylinder and 850 cc engine at the press conference.
It was one of his daring ideas and provocations.
At the 1961 Turin Motor Show on the Bertone stand a beautiful coupe was presented that did not bear any mark, but only a tricolor logo. A small Ferrari was being born, but that never would have brought his name, under the skin designed by the man who soon became one of the greatest masters of design, Giorgetto Giugiaro at the time engaged in the Bertone body shop, the technique and the chassis of another of the great masters, creator of unique works, such as Giotto Bizzarrini.

Ferrari was concluding the sale of the project and Oronzio De Nora, a rich chemical industrialist who can boast of having invented the Amuchina, thus becomes the patron creating the ASA company
(Autocostruzione-Società-per Azioni) headed by the son Niccolò and the head office in Lambrate, just outside Milan.
We have to wait however for 1963, with the construction of the first specimens, which unfortunately had a very high cost, equal to that of a thick Lancia such as the Flaminia, which however had a 6-cylinder engine and 2500 cc.
About 120 ASA 1000 GT cars are produced.

The specimen proposed by us is one of about 20 produced and was owned by the founder of the house.
It has always been in Italy and never exported, a Milan plate, recently revised by one
specialist.
This small 1000 cc and 91 hp car, with its 4-speed gearbox, is easy to use thanks to the independent front suspension and 4 disc brakes, it weighs 750 kg which makes it lively and pleasant ready to be also included by the most demanding collector.
150,000 EURO REQUEST